top of page

ANDREA MAIOTTI

IMG_0542.jpg

Andrea Maiotti, classe 1972, è cresciuto in mezzo all’arte, grazie ai genitori, entrambi pittori. La sua creatività lo ha portato a muoversi agevolmente fra la scultura ed il teatro, parallelamente alla pittura. Il suo lavoro si esprime per masse e campiture e vi si legge una matrice informale, con sfondi in cui si alternano differenti porzioni pittoriche.

 

Maiotti possiede le qualità del “fare”. Quando ritrae un animale lo posiziona nel pieno della scena, da protagonisti assoluti della tela. Analogamente alle catalogazioni medievali, l’animale è cioè profilato come specie, immortalato nell’istante: in primo piano, si staglia da un fondale neutro formato dalla stessa matrice pittorica del soggetto. La scelta della tecnica è anch’essa di derivazione antica, dimostrando l’interesse che da sempre accompagna il gusto per la sperimentazione dei materiali in Maiotti. Si tratta di una tecnica utilizzata nella pittura murale, l’encausto, che adopera colori sciolti nella cera fusa, i quali vengono riscaldati nel momento del loro utilizzo.

 

La composizione si anima invece nelle tele di paesaggio a tema marino e portuale. Si moltiplicano le raffigurazioni, i segni pittorici fluiscono orizzontalmente suggerendo il naturale andamento delle imbarcazioni, verticalmente invece per definirne le costruzioni, il senso prospettico e il ritmo. Vi è in queste composizioni figurative un senso di moto sospeso.

bottom of page